Tutti in posa per alimentare il Mito
Dai terroristi di Hamas ai barbieri afghani: ecco come si fabbrica l'informazione

Scheda B.3.02 - Inserimento: 6.2009 - Autore: m.r.
CLIC SULLE IMMAGINI PER INGRANDIRLE
Venerdì 5 giugno: come tutti i media La Stampa dà enorme risalto all'evento: 5 pagine in sequenza.

Dopo il lancio in prima pagina, enfasi e grandi analisi in due doppie pagine per tutta la prima sezione del giornale: doppia pagina 2-3 e doppia 3-4. Eccole:
AVVISO 1: ATTENZIONE AI TEMPI

Egitto, 4 giugno 2009: l'incanto del Grande Discorso di Barak Obama ai Musulmani. La summa del pensiero politicamente corretto sul tema planetario più spinoso di questi anni: il consueto 'nuovo inizio', eccetera.
In questa scheda occorre uno sforzo mentale: CONSIDERARE ATTENTAMENTE I TEMPI, perchè andremo all'indietro. Dopo alcune pagine di giornale -il prodotto finito- vedremo il semilavorato: cioè una delle serie di immagini messe a disposizione dei media di tutto il mondo per raccontare l'evento. Bisognerà allora tenere ben presente i tempi: perchè solo preordinando e pianificando in anticipo rispetto all'evento la produzione delle immagini che vedrete, cioè solo disponendone in anticipo la preparazione in contemporanea e in circa 20 Paesi del mondo, la Agenzia in questione (Associated Press) ha potuto preparare la sua offerta del giorno. Così come alcune sapienti anticipazioni, insomma, tutto è attentamente pianificato per costruire A PRIORI l'importanza del Grande Discorso.

PAGINA 1
PAGINE 2/3 - CLICCARE PER INGRANDIRE
PAGINE 4/5 - CLICCARE PER INGRANDIRE
Non occorre neppure leggere i testi: poche immagini e l'affresco è completo, esaustivo, di immediata comprensione...
Soprattutto questa è l'immagine che racconta l'evento: assolutamente classica.
Il 'popolo del mondo', e in particolare del mondo musulmano, dedito in diretta con la massima attenzione al Grande Discorso.

Ovviamente pare proprio una staged photo: per avere l'infilata dei due personaggi col viso ben esposto all'obiettivo, e al tempo stesso l'oggetto della loro attenzione (tv con Obama in video), occorre che la loro seduta sia perpendicolare al video obamizzato.

E la didascalia racconta il presunto 'fatto':
Una coppia di palestinesi segue alla televisione il discorso di Obama da un’abitazione di Khan Younis, nel Sud della Striscia di Gaza
AVVISO 2: COME PREPARARSI ?  MEGLIO CHE L'ISTITUTO LUCE...

Il 5 giugno abbiamo cercato l'offerta di UNA SOLA Agenzia: la politicamente correttissima Associated Press.
Cosa ha preparato e offerto sull'argomento la AP ?
Noi abbiamo contato 151 immagini di identica struttura, costruite contemporameamente da questa sola Agenzia in circa 21 Paesi del mondo, ma facendo ben attenzione ai fusi orari e a cogliere l'immagine di Barak Obama in video.

E' stato cioè necessario coordinare il lavoro di decine di proprie agenzie locali e fotografi: in Palestina, Turchia, Usa, Egitto, Gran Bretagna, Senegal, Afghanistan, India... eccetera eccetera.

Attenzione anche alla professionalità dei fotografi: ognuno di loro sa bene che si tratta di costruire uno stereotipo. E ognuno di loro sa che deve assolutamente cercare di differenziarsi dai colleghi-concorrenti, per evidenziare la propria professionalità. Ecco allora ingredienti divertentissimi: volute di fumo (arabe, no?), giovani occidentali in estasi, tv evocativamente accesi sul fondo, e così via. Il Pulitzer dello Stereotipo va, secondo noi, a quel fantastico fotografo che è riuscito a costruire l'attenzione al Grande Discorso di un personaggio arabo... in piena seduta di fitness ! IMPRESSIONANTI POI LE FOTO CON LE POSE DEI TERRORISTI DI HAMAS IN FERVIDO ASCOLTO. 
Servono commenti?
Ecco dunque le sole immagini costruite dai fotografi AP il 4 giugno 2009: il Mondo è attonito e plaudente...