State attenti, arriva l'Uomo Nero !

Scheda A.5.04 - Inserimento: 24.11.2009 - Autore: m.r.
Il lancio ANSA non è molto chiaro, e la notizia è stata poco ripresa in Italia, forse per imbarazzo verso questa icona politicamente corretta. Ma in soldoni le cose stanno così:

  1. gli elettori liberal vedono Barack Obama più chiaro di quel che è,
  2. gli elettori avversari lo vedono più scuro.

Dunque: le strategie di immagine per renderlo più piacione, tra l'altro, devono anche sbianchettarlo.
E per avversarlo? Bisogna mostrarlo come l'Uomo Nero.
E' fanta-comunicazione? Aspettate a leggere un po' più in giù...  :-)
E adesso c'è la prova scientifica: Obama prende più voti se si sbianchetta.    :-)
CLIC SULL'IMMAGINE QUI SOPRA PER VEDERE UNO DEI SITI ORIGINALI.

CLIC SULL'IMMAGINE DEL LANCIO ANSA (A SINISTRA) PER INGRANDIRE E LEGGERE LA RIPRESA ITALIANA.
L'imbarazzo mediatico verso questa propria straordinaria icona planetaria è tale per cui la stessa Ansa copia e riprende da fonti americane, ma minimizza assai:
"(...) se le foto del presidente Usa Barack Obama in campagna elettorale fossero state ritoccate, scurendone o schiarendone la carnagione, queste immagini potrebbero aver influenzato il risultato delle urne". (ANSA, 23 novembre 2009)
Sbagliato: non è un'ipotesi. Proprio la ricerca e le fonti Usa (come si vede nel link sopra) ricordano che il colore della pelle di Obama è già stato ritoccato in campagna elettorale. Anche per questo i ricercatori si sono chiesti il perchè...
Non esistono ancora prove di auto-sbianchettamento di Obama, anche se molte immagini sono sospette.

Esistono però le foto che documentano le accuse alla sua concorrente ma super-liberal Hillary Clinton: accusata -appunto- di aver scurito apposta Obama, per renderlo più sgradito... ai comuni elettori liberal !

E' dunque la Clinton che pare aver inventato l'Uomo Nero !  :-)

CLIC SOPRA PER INGRANDIRE UNO DEI SITI CHE NEL MARZO 2008 HANNO DOCUMENTATO I TAROCCAMENTI DELLE IMMAGINI.
CLIC QUI PER ANDARE DIRETTAMENTE AL SITO.
CLIC SOPRA PER INGRANDIRE IL FOTOGRAMA DI UNO DEGLI SPOT DI HILLARY CLINTON (IMMAGINE IN ALTO) A CONFRONTO... CON 3 DIVERSE TONALITA' DI CARNAGIONE DI BARACK OBAMA (FOTO SOTTO), COME RITRASMESSE TRAENDOLE DALLO STESSO DIBATTITO TV.
CLIC SOPRA PER INGRANDIRE UN ALTRO ESEMPIO DELLE DOCUMENTAZIONI FORNITE DA SITI AMERICANI,
OPPURE CLIC QUI PER ANDARE DIRETTAMENTE A QUEL SITO.
1. SOLO IPOTESI ? NO. E' GIA' REALTA'...  'DEMOCRATICA'
2. E BARACK ? ANCHE LUI CI METTE DEL SUO     :-)
Non riusciamo nemmeno a immaginare il lavorìo digitale che viene fatto sulle immagini di Barack Obama. Abbiamo presenti certe costruzioni filmiche realizzate per costruire le cosiddette "photo opportunity" della Casa Bianca, oppure il lavoro su scala planetaria che viene effettuato dai media politicamente corretti, per costruire questa nuova icona (nella SCHEDA B.3.02, per esempio abbiamo mostrato le fatiche dell'Associated Press in una sola occasione)
Da queste immagini, però, possiamo avere un'idea delle cure (estetiche e digitali) che sono la prassi per la rappresentazione e l'autorappresentazione del Leader.
1. CAMPAGNA ELETTORALE PRIMA DEL VOTO
(CLIC PER INGRANDIRE)
2. IN UNA USCITA 45 GIORNI DOPO IL VOTO
(CLIC PER INGRANDIRE)
3. LA FOTO UFFICIALE DELLA CASA BIANCA
(CLIC PER INGRANDIRE)
3. MA NON C'E' MAI NIENTE DI NUOVO SOTTO IL SOLE...
Arrivati a questo punto ci piacerebbe pensare che i media GIORNALISTICI magari non sono quei "cani da guardia" del lettore che dicono di essere, ma almeno un po' di vigilanza la mantengono.

Trovare cani da guardia è sempre più difficile, ma una cosa è certa: l'esperienza, la "cultura professionale" (anche la più istintiva) arriva spesso prima delle sue razionalizzazioni scientifiche.

Ed ecco infatti, nel 1994, nel caso di O. J. Simpson, come proprio tra i giornalisti c'era già chi sapeva bene che scurire la pelle fa tanto Uomo Nero. E lo sapeva prima di Hillary Clinton, e   senza bisogno delle ricerche del professor Eugene Caruso, arrivate 14 anni dopo.
E per la serie 'Tutto il mondo è paese', a proposito di tarocchi digitali (cioè tarocchi realizzati manipolando l'immagine) su quelli che gli antropologi culturali definiscono i corpi mediali dei leader, ricordiamo ad esempio la SCHEDA A.5.02 sulle maniglie dell'amore di Sarkozy con liposuzione digitale, la sua gamba supplementare, gli orecchini troppo sciccosi della sua ministra...
Ma poichè vogliamo chiudere con un sorriso, ricordiamo qui il tarocco tricologico fatto (era il lontano 2003) da Panorama a Berlusconi, nel difficile momento in cui  questi doveva rispondere ai giudici di Milano. Ripreso di spalle, il Cav rivelava la sua umanissima pelata... che a Panorama (o al suo fotografo) sembrò troppo impietosa. Troppo umana ?

Siamo uomini, ma nei leader vogliamo vedere degli Dei ?

Comunque, una cosa è certa: questo è artigianato, a confronto con le astuzie americane... che arrivano persino ai tarocchi dermatologici al limite del subliminale.    :-)


CLIC SULLE IMMAGINI PER INGRANDIRE

SOPRA: SERVIZIO DI NEWSWEEK DEL 12.5.2003 (FOTO REUTERS/STEFANO SELLANDINI)
A SINISTRA: BERLUSCONI DALLO STESSO PUNTO DI VISTA, NELLA COPERTINA DI 'PANORAMA' DEL 15.5.2003 (FOTO SCHITO-INNOCENTI/OLYMPIA)

TRATTO DA:
FOTOGRAFIA & INFORMAZIONE
.
4. ...E IN FIN DEI CONTI TUTTO IL MONDO E' PAESE