C' un killer tra la folla... ma voi lo vedete?
Scheda A.2.05 - Inserimento: 1.2011 - A cura di: s.f.
1. MA CHE STRANO: IL POLIZIOTTO NON SPARA. SI STA ABBASSANDO...
E quello sarebbe un poliziotto che spara ? Immediatamente all'inizio, forse: ma un colpo in aria, visto che nessuno si fa male, e tutti i manifestanti continuano tranquilli a esporsi davanti a ui e ai suoi colleghi.

Poi, tra il SECONDO 3 e il SECONDO 6 del video succedono alcune cose. Eccole:


IN TUTTA LA SCHEDA: CLIC SULLE IMMAGINI PER INGRANDIRE
3. LI AVEVATE VISTI ? NO. INFATTI ABBIAMO TUTTI UN PROBLEMA...
2. CHI HA SPARATO ? GUARDATE IN BASSO, NON DOVE DICE LA TV...
Finora la nostra attenzione si concentrara su dove PENSAVAMO che avvenissero i fatti, dove ci dice la tv.
Ma, appunto, la cosa non funziona. Il poliziotto si sta abbassando, non sparando.

Per trovare il killer, in nostro soccorso viene un esperto, che un amico, un militare e un attento commentatore di strategie geopolitiche: Piero Laporta. Laporta ci fa guardare in basso, dove c' la vittima. E' l il sicario. Anzi: i tre possibili agenti provocatori, che colpiscono e poi fanno un gesto particolare:  colpiscono e poi ignorano il ferito, si allontanano da lui e si mescolano tra la folla che invece accorre.

I sospetti li abbiamo chiamati 1 TESTA BIANCA (sicario) e 2 MISTER GIUBBOTTO (pi 3 GIUBBOTTO NERO di copertura e il probababile  4 GRUPPO DI COMANDO). Guardateli qui ma soprattutto nel video:
Cosa capitato l, in quel momento? I dati che abbiamo visto ci sembrano evidenti, ma il nostro interesse un altro: vedendo quel video milioni di spettatori hanno accettato la 'verit' meno plausibile. E non hanno 'visto' le scene di gran lunga pi sospette. Questo invece il focus del nostro interesse.

Noi, per cos dire, attribuiamo 'di per s' alla visione anche poteri che non ha.

  1. Pensiamo di vedere a 180 gradi, ma in realt la nostra visione ottimale di 1 grado: corrisponde alla fovea, un puntino della retina. Per questo persino in un piccolo monitor vediamo bene solo una parte della scena. E tendenzialmente (sempre) ci concentriamo su ci che emotivamente ci colpisce di pi.

  1. Inoltre anche quel 'poco' che vediamo bene lo INTERPRETIAMO: in questo piccolo caso milioni di persone, concentrate su quello che intuitivamente 'doveva' essere il centro dell'azione, si sono sforzate di vedere un poliziotto che sparava, e... lo hanno visto anche se era una macchia scura indistinguibile. Molto probabilmente capitato anche a voi.

Ci sarebbe anche da aggiungere che inoltre noi DIMENTICHIAMO che le immagini (foto o video) sono prodotte non dalle telecamere o dalle macchine foto, ma dalle persone che le manovrano: noi crediamo che siano 'la realt', ma rappresentano innanzitutto il punto di vista di chi le ha prodotte. Ma questo esempio non si presta a mostrare questo ulteriore problema: per ora accontentiamoci delle prime constatazioni dette sopra.

E, quasi come un gioco-esperimento finale vi invitiamo a dare guardare i due video: uno un TEST di Focus, l'altro  un nostro test.
LA TV CI DA' LA 'VERITA' OGGETTIVA' ? 
NO. NOI VEDIAMO CIO' CHE VOGLIAMO. E LE IMMAGINI PURE.

Tirana, 22 gennaio. Scontri tra manifestanti e polizia. Uno di questi documentato in diretta da una tv locale, che mostra l'omicidio: il poliziotto spara e un inerme manifestante cade fulminato.
Il nostro interesse tecnico: le immagini sono 'il vero' ? E, poi, noi sappiamo vederlo?

Guardate con attenzione il video: il film di un omicidio terroristico...
OPZIONE 1
Per visionare il filmato dal sito di Repubblica Tv (con audio) cliccare qui o sulla immagine.


OPZIONE 2
Se non lo vedete cliccate invece qui (no audio), per il video che abbiamo postato su You Tube.


ATTENZIONE: dopo la pubblicazione di questa scheda il TG5 del 26 gennaio ha mostrato un filmato che documenta esattamente ci che noi ora vi proponiamo. Ma un altro filmato aggiuntivo, da un'altra prospettiva. A noi interessa questo perch si vede bene l'omicidio, ma nessuno qui l'ha visto. :-)
SECONDO 3
SECONDO 4
SECONDO 5
SECONDO 6
SECONDO 6 -  l'UOMO COLPITO viene attinto esattamente in questo istante, mentre il POLIZIOTTO si ripara sotto la soglia della finestra, prima di rialzarsi.
Potete vedere meglio la corrispondenza istantanea dei movimenti qui a destra: il gesto difensivo del POLIZIOTTO che si ripara quando il il RAGAZZO tira 2 sassi.

La VITTIMA riceve il colpo solo al SECONDO 6, mentre il POLIZIOTTO sta abbassando la testa sotto la finestra.
  • SECONDO 8: Mentre la gente inizia ad accorrere, TESTA BIANCA e I DUE GIUBBOTTI ignorano il ferito e si allontanano in due direzioni opposte: TESTA BANCA (1) va verso quello che potrebbe essere un gruppo di sostegno, e MISTER GIUBBOTTO (2), seguito da GIUBBOTTO NERO (3). vanno a mescolarsi tra la folla.

  • SECONDO 9: TESTA BIANCA raggiunge il GRUPPO DI COMANDO, consegna l'arma, e uno del GRUPPO si stacca ulteriormente in direzione della folla.
SECONDO 0 - L'INIZIO
SECONDO 9 - LO SGANCIAMENTO

  1. TESTA BIANCA immobile. La VITTIMA si allontana dal cancello e si accosta a lui.

  1. TESTA BIANCA si addossa alla vittima, MISTER GIUBBOTTO lo copre. GIUBBOTTO NERO, in copertura, passa dal fianco sinistro a destra di MISTER GIUBBOTTO.
CLIC SULLE IMMAGINI PER VEDERE IL VIDEO
.
CLIC SULLE IMMAGINI PER INGRANDIRE
SECONDO 3 - Un PACIERE allontana la gente; nel cancello un RAGAZZO con pantaloni con riga bianca tira in sequenza 2 sassi verso il POLIZIOTTO
SECONDI  4 E 5 - Attenzione al movimento del POLIZIOTTO: al SECONDO 3 il suo casco oltre la finestra; lo vedete (CLIC SUL VIDEO O SULLA IMMAGINE SOTTO PER INGRANDIRE) abbassarsi dal SECONDO 4 al SECONDO 6 fino a rientrare, avendo la testa protetta dalla soglia della finestra. Nei secondi precedenti sembra sparare, ma in aria: nessuno si allarma o colpito.

SECONDO 7 - L'UCCISIONE
  • TESTA BIANCA si addossa alla vittima, impugna l'arma con la sinistra, coprendola con l'avambraccio destro, e nel SECONDO 6 uccide. MISTER GIUBBOTTO e GIUBBOTTO NERO lo coprono affiancandosi alla sua sinistra
POI GUARDATE LA SEQUENZA SOPRA DA 3 A 6... E INFINE ECCO COSA SUCCEDE: